SETTORE IN CRESCITA – C’è il boom delle consegne a domicilio dietro il successo in Europa dei furgoni compatti e medi, che secondo una stima della società di analisi Mordor Intelligence sono destinati a crescere del 5,7% fra il 2019 e il 2024. Il settore è in forte espansione e case automobilistiche che non sono mai state protagoniste di questo settore ora vogliono essere della partita. Fra queste c’è la Toyota, che ha annunciato la nascita di una divisione specifica per i cosiddetti LCV (Light Commercial Vehicle, o veicoli commerciali leggeri): è la Toyota Professional, una sezione che si occuperà di vendere i furgoni e prestare assistenza ai loro proprietari in caso di guasti.

PERSONALE SPECIALIZZATO – La Toyota Professional sarà operativa in tutta Europa, e sfrutterà la rete dei concessionari già esistenti per le autovetture. La casa non ha precisato quanti punti vendita saranno attivi, ma la stima è che ce ne sia uno in ognuna delle principali città europee, proprio nell’ottica di andare dov’è maggiore la richiesta di consegne a domicilio. Oltre ad avere spazi riservati ai furgoni, però, i centri della Toyota Professional avranno personale specializzato, con venditori e meccanici dedicati.

NEL 2020 IL PROACE CITY – I primi veicoli nella gamma di Toyota Professional ad arrivare sul mercato sono il furgone Proace, la sua versione per il trasporto di passeggeri Proace Verso (ha fino a nove sedili) e il pick-up Hilux. Nel 2020 arriveranno il Proace elettrico, ideale per i trasporti nei centri storici, e il furgone compatto Proace City (nelle foto, è lungo 440 o 475 cm), derivato dal medesimo progetto congiunto con la PSA che ha dato vita a Citroën Berlino, Opel Combo e Peugeot Rifter, tutti costruiti nella fabbrica spagnola di Vigo. Il Proace City sarà venduto con gli stessi motori dei “cugini”, quindi il turbobenzina 1.2 da 110 o 130 CV e il turbodiesel 1.6 da 75, 100 o 130 CV; nel 2021 sarà disponibile anche con il motore elettrico.

Fonte dell’articolo